Qualcosa su di me

Mi presento brevemente…

Sono Rachele Nicolucci e vivo con la mia famiglia in provincia di Padova.

Nel volervi raccontare qualcosa di me, oggi, riconosco l’importanza di alcune esperienze di Vita, personali e professionali, tramite cui ho potuto maturare le risorse, gli atteggiamenti e le competenze che mi appartengono e caratterizzano oggi.

Iniziamo da… dall’inizio!

Sono la primogenita di una squadra di 7 figli: la mia vivace famiglia di origine è stata una vera e propria palestra di relazioni per me, tramite cui imparare l’importanza del dialogo e apertura all’altro, anche in condizioni di stress, e fare esperienza di responsabilità e aiuto. Ho incontrato per la prima volta la trisomia 21 all’età di 7 anni, quando è nato mio fratello Luca, che viveva con questa condizione genetica.

Da qualche anno sono felicemente moglie di Alessandro e mamma di Samuele (7 anni) e Gabriele (3): gli uomini che mi accompagnano nella avventura di questo blog e progetto culturale a sostegno di chi si sente in apprendimento, come noi!


Con motivazione ed entusiasmo ho insegnato lettere nella scuola superiore di primo grado per una decina di anni. Attualmente, continuando a studiare e formarmi, mi occupo infatti di metacognizione, applicata alla didattica, e dei processi cognitivi dell’apprendere in ottica di neurodidattica e neuropedagogia.


A scuola, alcuni anni fa, mi sono occupata di ideare e curare un progetto di metacognizione applicata allo studio pomeridiano, “Studio con metodo”, che, strutturandosi negli anni, nel 2018 ho avuto l’onore di presentare a Roma in occasione della XI Giornata pedagogica della scuola cattolica, dal titolo La scuola della personalizzazione, evento promosso dal Centro Studi Scuola Cattolica della CEI (ne parlo in questo articolo)


La mia curiosità, la passione per il mio lavoro così come la mia determinazione a non ”ingabbiare” il mio bambino maggiore all’interno dei soliti luoghi comuni sulla trisomia 21, mi portano a interessarmi continuamente di ciò che non so ancora, percorrendo anche innovative strade, poco conosciute: proviamo a tracciare nuovi orizzonti dell’apprendere, che siano inclusivi e di successo per tutti.


Nascono anche così le Esperienze di apprendimento. A modo nostro.
Studiare è un modo per soddisfare la curiosità della mia mente: alla ricerca di soluzioni e di possibili “luci”, mi lascio guidare dai grandi Maestri della Storia e dagli studiosi di ogni Tempo, ma sopratutto dalle ricerche attuali, dalle conquiste delle neuroscienze e… dai miei figli.


Negli anni ho seguito molti corsi di formazione e ho avuto il piacere di sperimentare diverse metodologie utili per l’apprendimento di ogni bambino: nel mio sito troverai a tua disposizione le mie elaborazioni personali di quanto ho studiato e continuo ad apprendere. Nessuna ricetta magica: solo la sollecitazione a elaborare un tuo pensiero e una tua risposta alle esigenze del tuo bambino / del tuo gruppo di bambini.


Da sempre infatti affascinata, appassionata e incuriosita verso tutto ciò che concerne lo sviluppo cognitivo, mi sento una donna in costante evoluzione, ricerca e crescita, a livello personale e professionale. Sono in aggiornamento e formazione continua: studio come essere più di aiuto all’apprendere dei bambini che da soli non ce la fanno, e ai loro maestri e genitori. Tramite i miei canali social e questo mio blog condivido alcune esperienze di apprendimento che vivo con i miei bambini e alcune riflessioni, considerazioni personali, nate come elaborazione che si creano in me a partire dagli stimoli che vivo, dalle relazioni che intesso o dai corsi di formazione che decido di seguire per continuare a crescere personalmente e professionalmente.

In aprile 2022 ho discusso la mia tesi “Didattica metacognitiva: tra innovazione e inclusione”, a conclusione del master universitario “Expert Teacher” in organizzazione scolastica; sono attualmente impegnata in un nuovo e affascinante percorso formativo: “Neuropedagogia dei processi cognitivi”.

Sindrome da Apprendimento sostiene in modo particolare i genitori di bambini che fanno più fatica a apprendere: la famiglia è sempre il primo luogo di apprendimento di ogni bambino. Mettiti comodo: il mio sito è molto ricco di materiali, gratuiti, di spunti e idee. E’ diviso in sezioni che puoi raggiungere tramite le voci del “menù”. Se avrai bisogno di qualcosa, contattami:

IL NOSTRO DESIDERIO È CAMBIARE IL MODO IN CUI FORMIAMO E ISTRUIAMO I NOSTRI FIGLI,
SOPRATTUTTO QUANDO FANNO PIÙ FATICA A APPRENDERE,
CONTRIBUENDO AL CAMBIAMENTO DELLA DIDATTICA ITALIANA:
CHE OGNI LUOGO DI APPRENDIMENTO DIVENTI UN AMBIENTE DI SUCCESSO PER OGNI STUDENTE!

Inviando questo modulo, ci autorizzi a risponderti via mail e a inviarti altre mail di informazione. Potrai disiscriverti in ogni momento.

Benvenuto nel nostro blog!